Analisi Dermatologica: Migliori Creme con Acido Retinoico / Retinolo

Revisione medica: Dr. Adrián Alegre, specialista in Dermatologia Medico-Chirurgica LINKEDIN – INSTAGRAMClinica AB Derma – Via Diego de León 52, 28006 Madrid

Ricerchiamo, testiamo, rivediamo e raccomandiamo indipendentemente i migliori prodotti. I professionisti della salute rivedono gli articoli per verificarne l’accuratezza medica. Scopri di più su il nostro processo. Se acquisti qualcosa attraverso i nostri link, potremmo guadagnare una commissione su quello che acquisti tramite Amazon.

migliori creme acido retinoico

Anche se non esiste una formula magica per ottenere una pelle perfetta, c’è un ingrediente che si avvicina molto: l’acido retinoico.

È un composto comunemente usato in creme e sieri facciali anti-età, e non è per nulla, perché non esiste altro ingrediente che possa competere con la storia dei retinoidi di efficacia scientificamente provata.

I dermatologi considerano il retinolo come il principio attivo stella per trattare quasi ogni problema della pelle: acne, linee sottili, rughe, macchie, rilassamento, opacità, pori dilatati, ecc.

Quando applicato topicamente, questo derivato della vitamina A stimola la produzione di collagene e il rinnovamento cellulare, riducendo notevolmente questi problemi.

Migliora i danni causati dal sole, le linee e le rughe, l’acne, le cicatrici e le macchie scure, attenuando il tono della pelle e levigando la texture. È il più vicino a un cosmetico miracoloso che troverai!

Cosa aspetti ad usare una crema con retinolo? Non sai quale scegliere? Sei arrivato nel posto giusto, perché ti diremo qual è la migliore crema con acido retinoico sul mercato, basandoci sui suoi ingredienti.

Sì! Prendiamo le creme più popolari, e quelle con le migliori valutazioni, e analizziamo il loro INCI (lista degli ingredienti) per vedere se è una crema che vale la pena, o tutto il contrario.

È il miglior modo per sapere se può funzionare sulla mia pelle, senza doverla provare; e se gli ingredienti valgono quello che costano. Quindi in questo post troverai l’analisi completa delle migliori opzioni.

Gli ingredienti li analizzo uno per uno, anche se per non ripetermi, lascio il link affinché possiate vederlo se lo desiderate nel glossario che ho creato.

E non solo ci sono analisi di creme, più in basso spiego tutto ciò che riguarda l’acido retinoico e i retinoidi: i loro benefici, gli effetti collaterali, i tipi che esistono e come usarli in un cosmetico.

Problemi Dermatologici della Pelle dovuti agli Ingredienti Cosmetici

Qualcosa di importante a livello dermatologico, vi lascio un grafico che indica i 10 maggiori produttori di cosmetici con sostanze ormonali attive, il che significa che possono provocare: tumori in organi ormono-dipendenti, danni al sistema riproduttivo maschile, danni al sistema riproduttivo femminile, alterazioni nello sviluppo del sistema neurologico, malattie metaboliche, disturbi del sistema neuroimmunitario.

In questo articolo potete leggerlo approfonditamente: https://libresdecontaminanteshormonales.wordpress.com/que-son-los-alteradores-hormonales/

produttori cosmetici con problemi ormonali attivi nelle loro produzioni

Oltre a ciò, dobbiamo tener presente che si dovrebbe cercare di evitare di soffrire l’effetto negativo sulla nostra pelle degli ingredienti nocivi contenuti in alcuni cosmetici.

Per darvi un’idea di quello che intendo, la commissione regolatrice della sanità europea stabilisce una quantità massima degli ingredienti che possono risultare nocivi per la pelle, il problema è che tali proporzioni SONO REGOLATE SOLO IN OGNI PRODOTTO E NON NELL’INSIEME DI PIÙ PRODOTTI.

Il problema arriva con quello che chiamiamo l’“effetto combinato o effetto cocktail” dei conservanti, come quasi tutti i cosmetici commerciali devono includere molti conservanti nelle loro formulazioni per durare più di 4-6 anni chiusi, questo fa sì che quando applichiamo un siero (o crema idratante), una crema antirughe e un contorno occhi; alla fine, la nostra pelle sta assorbendo prodotti chimici, siliconi, conservanti e alcoli dai 3 prodotti contemporaneamente, non solo da uno di essi che è quello regolato.

Vi siete mai chiesti perché ogni giorno ci sono più persone con problemi di pelle man mano che invecchiano? Beh, in parte oltre all’alimentazione viene anche causato dall’effetto combinato menzionato prima.

Per questo motivo raccomandiamo di utilizzare cosmetici con scadenza chiusa, è difficile da trovare, ci abbiamo messo molto a cercarli, ma attenzione al marketing di prodotti ecologici o vegani, cruelty-free, ecc, l’importante è analizzare l’INCI (elenco degli ingredienti) perché molte creme ecologiche sembrano buone ma semplicemente non lo sono. Così come si deve prestare attenzione al cibo, poco a poco si dovrebbe sensibilizzare le persone a prendersi cura di ciò che si applica sulla pelle.

In uno studio realizzato in Germania dal BUND, consulta lo studio Consulta lo studio, sono stati analizzati 62.559 prodotti cosmetici, di cui 18.542 (circa il 30%) contenevano sostanze chimiche attive ormonalmente.

Dati sorprendenti di leader del mercato come Nivea o L’Oréal con il 45% e il 46% di prodotti contenenti questo tipo di ingredienti. Di questi ingredienti chimici nocivi, il più trovato è stato il metilparabene (conservante) che è stato riscontrato nel 24% di tutti i prodotti, anche se ora ci sono pochi prodotti con queste sostanze continuiamo con il problema derivante dai livelli alti di conservanti e l’effetto combinato negli stessi ma con altri diversi e in alte proporzioni.

Effetto Cocktail dei Conservanti nel Derma a lungo termine

Gli studi di biomonitoraggio umano mostrano che ogni essere umano ha una varietà di prodotti chimici nel corpo. In queste ricerche – condotte, ad esempio, dalla Commissione Europea o dall’Agenzia Federale Tedesca per l’Ambiente – si analizzano gli effetti di queste sostanze dannose sull’essere umano.

Questi studi dimostrano che queste sostanze attive ormonalmente, nonostante abbiano un effetto minimo, quasi impercettibile da sole, combinate con altre sostanze attive ormonalmente hanno un effetto moltiplicatore e molto dannoso, a questo effetto moltiplicatore si fa riferimento come “effetto cocktail”. Nei cosmetici, possono quindi verificarsi effetti di combinazione.

Ricorda che il vero effetto negativo appare quando nella nostra routine quotidiana combiniamo vari prodotti tutti i giorni continuamente con un alto livello di conservanti e/o ingredienti con problemi dimostrati in alte proporzioni.

Tuttavia, nella valutazione attuale dei rischi dell’Unione Europea, questi effetti combinati non sono presi in considerazione e vengono forniti solo valori limite per ciascun ingrediente a livello individuale.

Iniziamo ora!

Prima di iniziare dovete sapere che ogni prodotto sarà accompagnato dalla sua lista di attivi, ma inoltre ognuno di questi sarà contrassegnato con un colore che rifletterà la qualità dello stesso, nella legenda degli INCI potete vedere quale è il significato di ogni colore.

D’altra parte, se desiderate approfondire le informazioni su uno degli ingredienti basta cliccare su di essi.

Crema Antirughe Notte con Retinolo di Nezeni Cosmetics

Puoi acquistare questo prodotto su Amazon o nel sito web di Nezeni a un prezzo leggermente inferiore.

Al primo posto abbiamo un marchio spagnolo con la sua versione per pelli normali a grasse, anche se la vostra pelle è piuttosto secca o sensibile, Nezeni Cosmetics ha un’ opzione ideale per voi, con Bakuchiol (Retinolo Vegetale) e con quasi le stesse proprietà ma specializzata per trattare le necessità di questa. Se siete interessati la potete trovare nel loro sito web.

Inoltre puoi trovare altre opzioni che non contengono questo principio attivo ma contengono altri principi molto efficaci e in alte concentrazioni, nelle opzioni Antirughe + 50 di giorno e nelle opzioni Antirughe + 40 sia di giorno che di notte, del marchio. Tutte disponibili nel negozio online di Nezeni.

Proseguendo, se c’è qualcosa da sottolineare di questa lozione è la presenza del Retinolo puro microincapsulato allo 0,3% che è il massimo che si può avere nell’Unione Europea con gli ultimi cambiamenti che sono stati inclusi nel 2023 per il 2024, che previene la degradazione di esso e che inoltre fa sì che la pelle assuma un aspetto molto più tonico, luminoso e ringiovanito.

Inoltre combinandolo con Ceramidi e gli oltre 20 principi attivi che contiene, questa crema diventa una bomba ringiovanente per la nostra pelle.

Si caratterizza per essere uno dei pochi che riduce al minimo il livello di conservanti nelle sue formulazioni per evitare l’effetto combinato dannoso degli stessi sulla pelle a lungo termine, motivo per cui i loro prodotti hanno una scadenza di 2 anni dalla data di fabbricazione.

Di seguito vedremo il suo INCI completo e analizzeremo tutti gli ingredienti presenti:

Elenco degli ingredienti crema Antirughe Nezeni

INCI Crema Antirughe Notte con Retinolo di Nezeni Cosmetics

[Come vi ho già detto all’inizio, questa crema è particolarmente adatta per pelli normali, miste e grasse, tuttavia sul sito del marchio potete trovare la stessa lozione destinata a pelli secche e sensibili, quindi nessuno deve rinunciare ai suoi benefici!.

La trovo la crema al Retinolo perfetta per tutte quelle persone che non tollerano il Retinolo, se per qualche ragione la vostra pelle è estremamente sensibile.

Questa versione contiene un Retinolo vegetale chiamato Bakuchiol, con gli stessi benefici di questo rinomato attivo anti-età ma meno irritante (ricordate che meno irritante non significa che non sia per niente irritante, quindi dovete prendere le stesse precauzioni nell’uso del retinolo all’inizio).

Lo stesso accade con un altro degli attivi di questo prodotto per pelli delicate, l’Acido Lattico, che funziona come l’Acido Glicolico, essendo anch’esso esfoliante e migliorando i segni dell’età, ma con capacità meno irritanti, più adatte alle caratteristiche delle pelli sensibili.

Per continuare, come avete potuto verificare, l’INCI di questo prodotto contiene ingredienti meravigliosi, inoltre ha attivi di così alta qualità e in così buona proporzione che i risultati saranno più che garantiti.

Essendo povera in conservanti, tutto ciò significa che questa crema evita l’effetto combinato, o quello che è lo stesso, l’accumulo di piccole quantità di ingredienti dannosi (come quelli che ho menzionato sopra) con ogni applicazione di un cosmetico o insieme di cosmetici, durante giorni, settimane e anni.

Questo accumulo può avere serie conseguenze in futuro, non solo sulla nostra pelle, ma anche sulla nostra salute; quindi è meglio evitarlo fin da ora. Come? Utilizzando prodotti come questo, senza nessun ingrediente che sia problematico per la nostra pelle.

Dal primo all’ultimo ingrediente ci sono attivi benefici, e non include nulla che non ci sia necessario. Non ha siliconi, oli minerali, alcool, parabeni, agenti irritanti né tossici.

Se guardiamo il suo contenitore, possiamo vedere che si tratta di un barattolo di vetro attraverso il quale possiamo vedere la lozione, essendo davvero utile per sapere quanta quantità ci resta in ogni momento.

Il suo metodo di versamento del contenuto è tramite un pulsante, ideale per controllare le dosi in ogni applicazione ed evitare a tutti i costi lo spreco della crema.

La sua texture è davvero incantevole, molto fluida e raggiunge tutte le zone del viso in pochi movimenti, inoltre si assorbe istantaneamente e lascia una sensazione di comfort incomparabile.

Il suo odore è così piacevole che a tutti coloro che la usano per la prima volta piace, ha un aroma floreale al Giaggiolo che rende l’applicazione molto più piacevole.

Non contenendo alcun ingrediente derivato dagli animali, possiamo dire che si tratta di un prodotto vegano, uno degli aspetti più importanti nei tempi che corrono.

A proposito, anche se nel negozio del marchio indica per pelli di +50 anni, in realtà è un prodotto che può usare qualsiasi persona che voglia utilizzare il Retinolo puro microincapsulato e i suoi incredibili benefici.

Se ti ha innamorato questa crema e vuoi saperne di più su di essa, qui potrai trovare un’analisi più approfondita di tutti gli aspetti della crema antirughe per pelli mature di Nezeni Cosmetics.

Intensive Retinol Cream di Esthederm

Intensive Retinol Cream di Esthederm

Puoi comprare questo prodotto su Amazon

Nonostante sia una delle creme più famose, basta dare un’occhiata al suo INCI per rendersi conto che non è tutto oro quello che luccica.

Esthederm promette con questa crema di accelerare la rinnovamento cellulare, riducendo le rughe e ottenendo maggiore elasticità nella pelle, ciò che cerca chiunque voglia il Retinolo.

Tuttavia, dopo un analisi esauriente temo che non riuscirà a offrire tutti quei benefici di cui parla.

Il suo vaso è elegante ma commette l’errore di non aggiungere alcun metodo di uso senza la necessità di introdurre le dita, come per esempio una spatola, per cui man mano che la useremo la formulazione sarà sempre più a rischio di contaminazione.

La texture è buona, fluida e idratante, mentre l’odore è molto comune, profuma di crema idratante e poco altro.

Come punto a suo favore, l’aroma non risulta pesante e inoltre scompare rapidamente.

Ora passiamo a vedere la sua lista di ingredienti:

INCI della Intensive Retinol Cream di Esthederm

Crema Intensiva al Retinolo INCI di Esthederm

[Per essere una crema di alta gamma, i suoi ingredienti lasciano molto a desiderare. Non contiene Retinolo, ma un derivato meno efficace Retinyl Palmitato, e lo accompagnano solo un paio di antiossidanti e idratanti che sono in concentrazione molto bassa.

Il resto della composizione non porta alcun beneficio alla pelle, e certi ingredienti possono risultare pericolosi: ci sono siliconi, vari irritanti, profumo, e un paio di composti nocivi.

Alla fine, gli ingredienti più presenti nella formula sono emollienti, siliconi e alcol. Questo fa sì che non raccomandi questa crema per nessun tipo di pelle.

Per farvi conoscere a fondo tutto ciò che riguarda questa crema, vi lascio qui l’analisi che ho fatto sulla Intensive Retinol Cream di Esthederm.

Olay Regenerist Retinol 24

Regenerist Retinol 24 di Olay

Puoi acquistare questo prodotto su Amazon

Questa crema notturna di Olay ci promette di ottenere una pelle molto più idratata, morbida e illuminata, grazie alla presenza del Retinolo tra i suoi ingredienti.

Inoltre assicura che con un uso prolungato e costante, riusciremo a vedere il nostro viso sempre più ringiovanito.

La marca promette che tutto ciò sarà possibile, grazie al fatto che gli attivi presenti nella crema saranno capaci di penetrare fino agli strati più profondi della pelle, migliorandola dall’interno.

Dando un’occhiata al prodotto, vediamo che ha lo stesso problema del precedente, è un barattolo e inoltre corriamo il rischio di contaminare la formula introducendo le dita, un aspetto che a me personalmente preoccupa.

Ora bene, la cosa più importante è l’INCI, quindi andiamo a dare un’occhiata:

INCI di Olay Regenerist Retinol 24

INCI Olay Regenerist Retinol 24

[Nonostante disponga di due ingredienti molto buoni e interessanti per ottenere i risultati attesi, quali sono il Retinolo e la Niacinamide.

Il primo responsabile del rinnovamento della pelle e il secondo di ridurre le possibili macchie del viso, oltre a rassodare la pelle.

Ma la realtà è che, anche se presenti, ciò che conta davvero è che si trovino in buone concentrazioni e qui è dove vediamo che tutto fallisce, poiché si trovano in posizioni medie/basse e di conseguenza, incapaci di offrire tutto il loro potenziale e proprietà.

Nonostante ciò, il peggio della formulazione è la presenza di Siliconi e Parabeni, senza dubbio, poiché il primo offrirà un film morbido e idratato alla pelle ma in maniera temporanea che inoltre può risultare occlusiva. E il secondo, ingrediente molto comune nel causare irritazione o altri problemi.

Pertanto, dal mio punto di vista non credo che sia un’opzione buona per pelli secche o sensibili, poiché è carente di idratazione e inoltre può causare irritazioni, ma a sua volta neanche la miglior opzione per dermi grasse, dato che contiene qualche ingrediente comedogenico.

Se volete sapere di più su di essa, potete passare direttamente al prossimo articolo dove troverete ogni dettaglio sulla crema di Olay Regenerist Retinol 24.

Sesderma Reti Age Cream

Crema Reti Age di Sesderma

Puoi acquistare questo prodotto su Amazon

Una crema arricchita con Retinolo liposomato, sostanza che secondo il marchio, è molto più efficace del Retinolo libero, in modo tale da apportare risultati molto buoni.

Inoltre, assicura che il liposomato persiste più a lungo sulla pelle, dato che impiega il 50% in più a degradarsi rispetto al resto dei Retinoidi.

Come il resto delle creme di questo articolo, questa promette di ridurre le rughe, ottenere tonicità e elasticità, luminosità e in generale, un aspetto molto più ringiovanito e bello.

Promette anche di ottenere una maggiore quantità di idratazione senza causare il minimo danno sulla pelle.

Di nuovo il barattolo segue il formato della maggior parte delle lozioni presenti in questo post, così ci troviamo di nuovo con il problema di dover introdurre le dita e correre il rischio di rovinare la formula.

A mio avviso, l’ideale sarebbe avere una spatola in casa e quindi poterla utilizzare in questi casi.

La texture è abbastanza buona, poiché si stende molto bene e lascia sensazioni molto piacevoli sulla pelle. Il colore della crema è rosato e il suo aroma ricorda quello della cosmesi per bambini, dolce e delicato.

Vediamo gli ingredienti:

INCI Crema Reti Age di Sesderma

INCI Sesderma Reti Age Cream

[Con questa formulazione succede qualcosa di simile alla precedente, sebbene il marchio faccia riferimento al fatto che è arricchita con Retinolo e ci prometta grandi risultati grazie a questo ingrediente, la realtà è che la sua concentrazione è troppo bassa.

Se diamo uno sguardo all’INCI, troviamo il Retinolo tra gli ultimi posti, quindi credo che farà poco o niente per la pelle, nemmeno se la stessimo usando in modo costante.

Inoltre, tutti gli attivi interessanti che trovo, come per esempio la maggior parte degli antiossidanti o l’Acido Ialuronico, si trovano anch’essi in posizioni molto basse, quindi i risultati di questa crema non saranno altro che una semplice idratazione.

Tuttavia, non è nemmeno un’opzione rispettosa per la pelle, poiché possiamo trovare diverse siliconi e addirittura un disturbatore endocrino che può provocare danni significativi al nostro organismo nel corso del tempo, se usato in modo prolungato.

In questo modo, è chiaro che per me non è un’opzione da utilizzare sulla mia pelle, dato che evito veramente qualsiasi ingrediente che possa provocare danni alla mia derma.

Se avete ancora dubbi sulla crema di questo marchio, vi lascio qui uno studio completo della lozione ricca di Retinolo Reti Age Cream di Sesderma

Sensilis Crema Eternalist A.G.E Retinolo

Crema Eternalist A.G.E Retinolo di Sensilis

Puoi acquistare questo prodotto su Amazon

Una crema specialmente pensata per quelle pelli molto sensibili o addirittura con problemi come la rosacea o la cuperosi, curiosamente arricchita con Retinolo.

Promette, come il resto, di ottenere i benefici del Retinolo, ottenere un viso più ringiovanito, illuminato e nutrito, anche nelle pelli più delicate.

Per ottenere tutto ciò, evitando allo stesso tempo le possibili irritazioni o danni alla pelle che può provocare il Retinolo come effetto collaterale, il marchio ha utilizzato Retinyl Palmitate, un estere del Retinolo puro.

Questo ingrediente è molto particolare, in quanto appena entra in contatto con la pelle inizia a convertirsi in Retinolo in modo progressivo, ottenendo funzioni molto simili ma senza correre il rischio di irritare.

Di nuovo vi consiglio di usare una spatola per evitare di degradare la formulazione.

La sua texture è fantastica, molto morbida e fluida, si stende molto facilmente senza bisogno di lavorare molto la lozione.

Il suo odore mi ricorda molto la crema di Esthederm, un profumo molto particolare di creme idratanti.

Vediamo i suoi ingredienti e analizziamo se davvero sono efficaci e rispettosi:

INCI della Crema Eternalist A.G.E Retinolo di Sensilis

INCI Sensilis Crema Eternalist A.G.E Retinolo

[La marca fa riferimento al fatto che il Retinil Palmitato è presente nella formula e si prenderà cura di ridurre le rughe e ottenere un aspetto ringiovanito.

Oltre a questo, possiamo anche osservare la presenza di altri attivi, come l’Acido Ialuronico a basso e ad alto peso molecolare, incaricato di riempire e idratare la pelle.

Inoltre vediamo anche la Niacinamide, ideale per proteggere la pelle dai radicali liberi e ridurre le macchie che possono essere presenti sul viso.

L’unico ingrediente che eliminerei sarebbe il polimero che potete trovare in rosso, visto che il resto degli ingredienti sono abbastanza buoni, certo, penso che con tanta quantità di sostanze perdiamo concentrazione di quelle più importanti.

Dal mio punto di vista, è un grande prodotto, ma forse se riducessero l’INCI potrebbero aumentare un po’ di più la concentrazione di quelli più importanti.

Se vi è piaciuto ma volete ampliare le informazioni, dovete leggere l’articolo seguente dove ho analizzato completamente la Crema Eternalist A.G.E Retinol di Sensilis.

Che cos’è l’acido retinoico?

La tretinoina (anche conosciuta come acido retinoico, acido holo-transretinoico o ATRA) è la forma acida della vitamina A e fa parte della famiglia di oltre 4.000 retinoidi, che sono composti derivati dal retinolo o dalla vitamina A, o composti strutturalmente simili.

Altri retinoidi sono il Retinolo, la forma alcolica della vitamina A; il Retinaldeide, la forma aldeidica della vitamina A; il betacarotene, precursore della vitamina A, presente in vegetali di colore arancione, come la carota o la patata dolce; il Retinil Palmitato, Retinil Acetato e Retinil Linoleato, derivati chiamati pro-retinoli.

L’acido retinoico è sintetizzato a partire dalla vitamina A (retinolo), che si deriva dagli alimenti, poiché il corpo non può produrla da solo.

È un composto naturale (si può trovare nell’olio di rosa canina di buona qualità), sensibile alla luce e il suo basso peso molecolare lo rende solubile nel grasso, il che significa che si diffonde facilmente attraverso le membrane cellulari.

I retinoidi non sono qualcosa di nuovo, poiché sono stati studiati per anni. Nel 1931 Paul Karrer vinse il premio Nobel per aver calcolato la struttura della vitamina A; 12 anni dopo, il retinolo fu sintetizzato con successo e da allora, iniziarono ad apparire i derivati della vitamina A.

La tretinoina fu sviluppata alla fine degli anni ’60. Originariamente era destinata a trattare l’acne, ma i pazienti con acne nei trial clinici iniziarono a notare una pelle più liscia e meno rugosa, quindi iniziò la ricerca sui suoi benefici antietà.

Oggi, l’acido retinoico è l’unico composto approvato dalla FDA nel campo dell’anti-invecchiamento topico.

Tipi di retinoidi

Tretinoina

Un ingrediente derivato dalla vitamina A e soggetto a prescrizione medica. Quando viene applicato sulla pelle, si converte direttamente in acido retinoico. Si lega poi ai recettori e attiva il processo di maturazione cellulare nella pelle.

Il problema è che può risultare irritante in individui con pelle sensibile e se utilizzato in modo scorretto può fare più danni che benefici.

Un’alternativa è utilizzare precursori meno irritanti, le sostanze che a loro volta sono inattive ma che possono convertirsi in retinoidi attivi (di azione diretta) nel corpo. I precursori più comuni nella cura della pelle sono le forme di vitamina A, retinolo e retinil palmitato.

Retinol

Un ingrediente cosmetico venduto in formule da banco. Quando viene applicato (assumendo che sia un prodotto incapsulato, stabile e ben formulato), si converte lentamente all’interno della pelle in acido retinoico.

Il retinolo è meno potente della tretinoina prescritta, poiché viene rilasciato nel tempo. Questo significa che viene applicato sulla pelle lentamente, nel corso di ore, invece di tutto in una volta al momento dell’applicazione (come i retinoidi). Questo è il motivo per cui gli utenti di retinolo spesso sperimentano meno irritazione.

Pertanto, il retinolo è ideale per le pelli sensibili e reattive e per quelle con meno danni causati dal sole. Non sbagliatevi, nonostante sia più dolce, il retinolo resta estremamente efficace e può dare gli stessi risultati dell’acido retinoico a lungo termine.

Retinol puro microincapsulato

La chiave del suo successo sta nel retinolo microincapsulato, che ottiene un assorbimento fino a cinque volte maggiore rispetto alle formule non incapsulate ed è capace di rilasciare la sua formula durante otto ore consecutive per una maggiore efficacia.

Questa tecnologia lo protegge dalla degradazione che subisce non appena si espone all’ambiente, ottenendo così risultati superiori.

Il retinolo microincapsulato crea anche uno scudo invisibile sulla superficie della pelle per aiutare a ridurre la perdita di idratazione, che è fondamentale per ridurre la comparsa di rughe e linee sottili. 

Per questo, segna questo nuovo must della tua routine di bellezza notturna.

Retinil Palmitato (Palmitato di Retinile)

Un derivato della vitamina A (una miscela di retinolo puro e acido palmitico), molto più debole del retinolo.

Il processo di conversione del palmitato di retinile in acido retinoico è molto più complesso. La quantità che finisce per raggiungere il recettore cellulare è molto piccola. Semplicemente non può essere paragonata con l’efficacia del retinolo puro.

Quando viene combinato in una formula, questo ingrediente può migliorare la stabilità chimica del retinolo, agire come emolliente e antiossidante, ma non offre i risultati di levigatura o schiarimento che offre il retinolo.

Il Retinil Acetato, Retinil Linoleato e Retinil Propionato si trovano anche in questa stessa categoria.

Retinal (Retinaldeide)

Un precursore stabile dell’acido retinoico. È a solo un passo metabolico dall’acido retinoico ed è più efficace del retinolo o del palmitato di retinile.

Tuttavia, sebbene sia meno irritante dell’acido retinoico, il retinaldeide ancora causa irritazione della pelle in un numero significativo di persone. Inoltre, ha problemi di stabilità, in particolare quando viene esposto alla luce solare.

Retinil Retinoato

È un nuovo precursore retinoide e derivato della vitamina A che combina un’alta efficacia, produce meno effetti collaterali e ha una buona stabilità (rispetto ad altri derivati della vitamina A e ai retinoidi).

Il retinoato di retinile è una molecola che si produce unendo chimicamente le molecole di acido retinoico e retinolo. Nel corpo, è necessario solo un passo metabolico per dividerlo in acido retinoico e retinolo, momento in cui l’acido retinoico si attiva immediatamente, mentre il retinolo può convertirsi in ulteriore acido retinoico successivamente.

Di conseguenza, l’attività biologica del retinoato di retinile sulla pelle è più alta di quella del retinolo (e possibilmente anche del retinaldeide) e potrebbe avvicinarsi a quella dell’acido retinoico stesso.

D’altra parte, dal momento che il retinoato di retinile è inattivo fino a quando non si converte, e la conversione è graduale, è probabile che produca un aumento più morbido e graduale nei livelli di acido retinoico nella pelle (rispetto all’applicazione diretta di acido retinoico).

Questo produce una minore irritazione perché aiuta ad evitare picchi eccessivi nei livelli di acido retinoico nella pelle.

Inoltre, il retinoato di retinile è più resistente alla inattivazione da parte della luce solare rispetto al retinolo e alla maggior parte delle altre forme di vitamina A.

Hydroxypinacolone Retinoate (HPR)

È il membro più recente della famiglia dei retinoidi. È un estere di acido retinoico, il che significa che è direttamente correlato all’acido retinoico.

L’hydroxypinacolone retinoato si lega direttamente ai recettori retinoidi delle cellule della pelle per esercitare la sua magia nella cura della pelle.

La grande promessa dell’HPR è che è altrettanto attivo dell’acido retinoico, ma senza l’irritazione. Secondo i test del produttore, 24 ore di un cerotto occlusivo con HPR allo 0,5% hanno provocato significativamente meno irritazione rispetto allo 0,5% di retinol.

Inoltre, vi è stata una drammatica riduzione di linee e rughe dopo aver applicato lo 0,2% di HPR intorno agli occhi due volte al giorno per 14 giorni.

Questi risultati sembrano promettenti, ma le informazioni disponibili sull’HPR al momento provengono principalmente dal produttore, i cui test possono o non essere precisi o progettati correttamente. Poiché l’HPR è abbastanza nuovo, non c’è molta ricerca indipendente che possiamo trovare ancora.

Allora, Quale tipo di vitamina C scegliere?

Bisogna considerare che non perché una crema includa uno degli ingredienti sopra menzionati, darà risultati. Tutto dipende dalla formulazione, dalla percentuale utilizzata, da come viene applicata sulla pelle e dalla stabilità della vitamina.

Qual è la differenza tra il retinolo e l’acido retinoico?

La tretinoina (acido retinoico) e il retinolo sono entrambi retinoidi. Non sono esattamente uguali, ma appartengono alla stessa famiglia.

Come ho menzionato, l’acido retinoico è così efficace perché si lega direttamente alle cellule della pelle e per questo può aiutare a prevenire la comparsa di rughe, macchie scure e altri segni dell’invecchiamento regolando la produzione cellulare.

Ma il retinolo non funziona allo stesso modo. Il retinolo in sé non è attivo e deve essere convertito in acido retinoico affinché possa essere assorbito dalla pelle, anche se ora esiste una versione di retinolo microincapsulato molto più potente.

In teoria, la nostra pelle ha la macchinaria metabolica per fare la conversione, che è un processo a due passaggi: il retinolo passa a retinaldeide e da lì ad acido holo-transretinoico.

Dopo questa conversione, ha le stesse capacità della tretinoina, ma questo processo di conversione non è molto efficace e l’efficacia varia da persona a persona, da qui il fatto che l’acido retinoico sia più efficace del retinolo.

Uno studio conferma che il retinolo è circa 10 volte meno potente della tretinoina. Questo è vero sia per i benefici sia per gli effetti collaterali, che sono più lievi con il retinolo che con l’acido retinoico.

Benefici dei retinoidi

I retinoidi sono così efficaci che ci sono evidenze della loro efficacia in più di 125 disturbi dermatologici distinti. Ma non li nomineremo tutti, ci concentreremo sui più importanti.

È un ottimo ingrediente anti-invecchiamento. Nel processo di invecchiamento, il collagene gioca un ruolo importante. Agisce come i pilastri che assicurano la struttura di qualsiasi edificio, mantenendolo dritto e saldo.

Per fare in modo che il collagene non scompaia, possiamo fare due cose: una è preservare il collagene esistente nella nostra pelle il più possibile e l’altra è convincere la pelle a creare più collagene.

Il primo eviterà le rughe e la perdita di fermezza, mentre il secondo potrà riparare i danni esistenti. L’acido retinoico funziona in entrambi i modi: inibisce gli enzimi distruttori di collagene e stimola la sintesi di collagene della stessa pelle.

L’acido retinoico aiuta anche a rinnovare la pelle in molti altri modi: stimola non solo il collagene (tipo I e III), ma anche altri elementi importanti della pelle, ad esempio i glicosaminoglicani (GAG), un fattore naturale di idratazione, o la proteina della pelle, la filagrina.

Stimola la nuova crescita di piccoli vasi sanguigni, il che migliora la circolazione e aumenta l’apporto di ossigeno alla pelle. Rende l’epidermide più spessa e compatta lo strato più esterno della pelle, lo strato corneo.

E ha il potenziale per fermare il fotoinvecchiamento prima che inizi. I retinoidi prevengono l’aumento della collagenasi dopo l’esposizione ai raggi UV. La collagenasi è ciò che decompone il collagene.

Il risultato complessivo è una pelle meno rugosa, più soda,Lisa e più levigata.

Ma non solo può ottenere una pelle più soda, è anche un trattamento efficace per l’acne comedonica. Normalizza la cheratinizzazione, il che significa che impedisce alle cellule morte della pelle di attaccarsi e ostruire i pori.

Riduce i pori dilatati e migliora il rinnovamento cellulare all’interno dei pori, rendendo meno probabile che si ostruiscano e si trasformino in punti neri e punti bianchi.

D’altra parte, i retinoidi non funzionano così bene per l’acne o i cisti pustolosi infiammati e dolorosi. In effetti, quando qualcuno ha acne pustolosa, cistica o infetta, i retinoidi possono peggiorarla. L’acne è una malattia infiammatoria della pelle. Pertanto, non è una buona idea stimolare questo tipo di acne con attività retinoide.

Un altro beneficio della tretinoina è l’schiarimento della pelle. Agisce prevenendo che la melanina si fissi nelle cellule basali (cellule della pelle in fondo all’epidermide), così come accelerando il rinnovamento epidermico e, quindi, la perdita di melanina.

I risultati non sono solo cosmetici. I retinoidi sono stati utilizzati per trattare le cellule precancerose della pelle. Gli studi mostrano che dopo due anni di utilizzo, le cellule anomale sono tornate alla normalità.

La ragione per cui i retinoidi, in particolare la tretinoina, possono risolvere tanti problemi della pelle, è che agiscono sulla pelle a livello cellulare.

Man mano che invecchiamo, le cellule si comportano in modo più erratico, ma l’uso dell’acido retinoico fa comportare le cellule della pelle in modo sano e normale.

Le nostre cellule cutanee contengono recettori dell’acido retinoico, e la tretinoina si lega direttamente a questi recettori e cambia il comportamento cellulare di base, come l’espressione genica.

Effetti collaterali dell’acido retinoico

I più comuni sono irritazione, desquamazione della pelle e arrossamento. Poiché la tretinoina (e i retinoidi in generale) aumentano la proliferazione delle cellule della pelle, l’eccesso produce una desquamazione visibile. Questo di solito accade tra 2 e 4 giorni dopo aver iniziato un trattamento con questo composto, ed è completamente normale.

Dopo due o tre settimane, le cellule della pelle si adattano all’acido retinoico e iniziano a tollerare l’ingrediente, quindi sopporta la tempesta per queste settimane, e otterrai benefici superiori.

Per minimizzare questi effetti collaterali, puoi ridurre la concentrazione di acido retinoico. Uno studio del 1995 ha confrontato creme di tretinoina allo 0,1% e allo 0,025% e ha scoperto che il miglioramento del foto-invecchiamento era simile, ma l’irritazione era molto maggiore nella versione dello 0,1%.

Un altro effetto collaterale molto comune è la secchezza della pelle. Sembra che la tretinoina aumenti la quantità di acqua che evapora dallo strato superiore della pelle (questo si chiama Perdita di Acqua Transepidermica) e può anche diminuire la sintesi di ceramidi, almeno a breve termine.

Usare una buona crema idratante prima è una misura intelligente che puoi prendere per ridurre questa secchezza.

I produttori hanno trovato modi per rendere questo ingrediente più tollerabile, meno irritante e più efficace. Le creme contengono umettanti ed emollienti per contrastare la secchezza e hanno sistemi di somministrazione più avanzati per introdurre l’ingrediente attivo nella pelle.

Ma in tutti i casi è richiesta pazienza e buon senso.

Retinolo e gravidanza

Si sconsiglia l’uso dell’acido retinoico (e retinoidi in generale) durante la gravidanza, anche se è consigliabile consultare il proprio medico.

Nella mia esperienza, tuttavia, la maggior parte consiglia di aspettare per usare la vitamina A fino dopo il parto a causa dei potenziali rischi.

È stato dimostrato che alte quantità di vitamina A orale causano difetti congeniti; tuttavia, nei trattamenti topici non è ancora stata trovata alcuna evidenza che alcune delle forme di vitamina A causino danni, ma i medici sono molto cauti con le donne in gravidanza, e quindi raccomandano di non usare retinoidi.

Cosa succede se usi queste creme durante la gravidanza? La buona notizia è che è molto improbabile che il tuo bambino sia influenzato se usi creme con retinolo prima di renderti conto di essere incinta.

Retinolo e pelli sensibili

Le pelli sensibili sono le più delicate, e i retinoidi possono risultare troppo aggressivi.

Se hai una storia di eczema, vorrai usare retinolo e non un retinoide. La vitamina A è molto attiva e rompe la barriera protettiva dell’umidità della pelle attraverso il suo aggressivo processo di rinnovamento cellulare (fondamentalmente, causa secchezza). Pertanto, molti tipi di pelle propensi all’eczema trovano che i retinoidi causino focolai.

Ti consiglio di iniziare con una crema di retinolo Bakuchiol, i risultati potrebbero richiedere un po’ più di tempo per essere ottenuti, ma è più delicato e più tollerabile, anche se è necessario eseguire gli stessi passi di iniziazione.

Puoi iniziare a usare una crema con una bassa concentrazione di ingredienti attivi (e ingredienti supplementari calmanti).

Oltre alla giusta formulazione, un regime intelligente è fondamentale per ottimizzare i risultati e minimizzare l’irritazione. Cerca di trovare come ingrediente per questo tipo di pelli il Bakuchiol.

Usa solo la crema di notte, e intensifica il trattamento gradualmente. Con la tecnica appropriata e l’uso regolare, inizierai a tollerare i retinoidi, e potrai aumentare la concentrazione più rapidamente.

Per pelli extra-sensibili o reattive, applica la crema idratante prima del retinoide e/o bakuchiol per ridurre la sensibilità. Non puoi tollerare l’irritazione? Sciacqua la crema dopo 15 minuti. Questo aumenterà notevolmente la comodità, mentre continuerai a notare i benefici.

Qualunque sia la formula, usala due volte a settimana per due settimane, e poi aumenta a tre volte a settimana. Se senti irritazione, torna alla concentrazione precedente.

Che dire del contorno occhi? Si possono usare i retinoidi in questa zona così sensibile? Non solo si può, ma si deve, poiché è in quella delicata zona che compaiono la maggior parte dei danni.

Gli studi hanno dimostrato che le persone che applicano i retinoidi sul contorno occhi ottengono i migliori risultati. E se ti entra nell’occhio? Può pizzicare un po’, ma non farà alcun danno.

Come scegliere una crema con retinolo

Poiché la vitamina A è incline a decomporsi e perdere potenza, scegli formule etichettate come “stabilizzate” o “incapsulate”, che non si degradano alla presenza di altri ingredienti.

Anche l’imballaggio è importante. I retinoidi sono sensibili alla luce, al calore e all’ossigeno, quindi cerca un contenitore ermetico, come un tubo di plastica o di vetro. I barattoli con coperchio non mantengono i retinoidi così freschi ed efficaci.

Come utilizzare le creme con retinoidi

Se gli effetti collaterali possibili non ti hanno spaventato, e sei decisa a utilizzare una crema con retinolo, prima devi sapere come utilizzarla per minimizzare gli effetti collaterali e massimizzare la sua efficacia.

  • Introduci la crema con acido retinoico nella tua routine di cura della pelle gradualmente, comincia ogni tre giorni durante le prime 2 settimane. Se non c’è irritazione visibile, aumenta a giorni alterni per altre 2 settimane. Se tutto procede bene, puoi applicarla tutti i giorni. In caso di dubbio, inizia lentamente e aumenta le applicazioni man mano che procedi.
  • I retinoidi topici non devono essere usati quando la pelle è esposta alla luce solare, poiché degradano la vitamina A che è chiave per il processo anti-invecchiamento. Perciò è importante utilizzarli solo di notte.
  • Usa una quantità simile a quella di un pisello, sarà più che sufficiente. All’inizio, puoi diluirlo con una quantità uguale di crema idratante.
  • Se hai la pelle sensibile, aspetta 15 minuti dopo esserti pulita la faccia o dopo aver applicato qualsiasi altra crema sulla pelle, perché si asciughi completamente, ciò aiuta anche a ridurre l’irritazione.
  • Otterrai migliori e più rapidi risultati se utilizzi anche acidi esfolianti nella tua routine. Ma fai attenzione agli acidi (AHA o BHA) e alla vitamina C, irritanti potenziali; e non usare esfolianti abrasivi o microdermoabrasione.
  • Una volta alla settimana, salta l’esfoliante e il retinolo e usa un siero idratante che contenga antiossidanti, fattori di crescita epidermica o peptidi. La tua pelle richiede una varietà di ingredienti per invecchiare in modo sano.
  • È importante utilizzare protezione solare se vai all’aperto, non perché il retinolo produca macchie, ma perché la pelle irritata richiede più cure, e il sole la può irritare di più. Finché prendi sul serio l’applicazione della protezione solare, puoi utilizzare le creme con retinolo nei mesi estivi.
  • L’utilizzo regolare di queste creme ottiene migliori risultati rispetto a quando vengono utilizzate solo una volta alla settimana. Pertanto, è importante impegnarsi ad usarle costantemente, anche nei mesi estivi.

Quale concentrazione di acido retinoico usare?

Normalmente, le creme per pelli normali contengono il 2,5% di acido retinoico, molto meno retinolo puro, mentre i prodotti fabbricati per persone con pelle sensibile contengono lo 0,3% dell’ingrediente.

Per le persone che usano queste creme per la prima volta, le formulazioni più delicate sono il modo migliore per iniziare. Dopo che la pelle si è adattata a questo ingrediente, si può aumentare la concentrazione.

A che età dovresti iniziare a usare questo tipo di creme?

Se le imperfezioni non sono la tua principale preoccupazione, generalmente si consiglia di iniziare tra i 26 e i 30 anni. L’età esatta dipenderà dal tipo di pelle, ma non suggerisco di usarla prima dei 26 anni. Perché?

La vitamina A accelera il metabolismo della pelle, che inizia a diminuire intorno ai 30 anni. Quando sei giovane, la tua pelle è già molto attiva metabolicamente, e l’uso dei retinoidi può essere controproducente e causare eruzioni cutanee, sfoghi, ecc. Potrebbe alterare l’equilibrio naturale della pelle.

Quando si iniziano a vedere i risultati?

Il retinolo (o i retinoidi) non offrono risultati visibili da un giorno all’altro, devi essere paziente e non arrenderti. È una maratona, non uno sprint.

A differenza di un’esfoliazione acida che fornisce risultati immediati, la vitamina A agisce lentamente per creare cambiamenti nella pelle. Generalmente, non inizierai a vedere cambiamenti di texture fino a 2-4 mesi di utilizzo. Con l’uso continuo, vedrai sempre più cambiamenti positivi. Non arrenderti!

In conclusione, sia che tu inizi a mostrare segni di invecchiamento (rughe, macchie, rilassamento), sia che il tuo problema sia l’acne e i suoi effetti, e hai bisogno di una soluzione provata, la tua migliore opzione è una crema con retinoidi. Inizia con una concentrazione bassa e aumenta gradualmente per minimizzare l’irritazione. La tua pelle te ne sarà grata!

“Tutti i prezzi di acquisto inclusi in questo articolo sono aggiornati al 20 febbraio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *